Cerca

Annie Ernaux

Ieri sera ho tradotto Annie Ernaux al Premio letterario Gregor von Rezzori, e ancora una volta sono stata immensamente grata al mio mestiere, che mi regala incontri straordinari.

Ho letto tutti i libri di Annie Ernaux, come si sorseggia un buon vino, gustandone ogni sorso e provando pienezza e gratitudine per chi l’ha versato proprio nel nostro bicchiere. La sua scrittura è scarna, limpida, affilata. I suoi libri sono piccoli prodigi di vita e di memoria, scampoli di tessiture preziose che ci riportano esattamente nel tempo e nel luogo raccontato, e lasciano la nostalgia del vedere da dentro l’esperienza, ci lasciano muti quando le parole finiscono, ci lasciano ad averne ancora bisogno.




0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Resurrezione

Silenzio